lunedì, 26 Febbraio 2024
Scoperte&SitiArcheologici

TRACCE DI UN INSEDIAMENTE REALE ALTO MEDIEVALE IDENTIFICATE A RENDLESHAM, INGHILTERRA

Per leggere questo articolo occorrono 4 minuti

I resti di un edificio templare di 1.400 anni è stato scoperto nell’insediamento reale del Suffolk dal progetto di archeologia comunitaria Rendlesham Revealed del Suffolk County Council, finanziato dal National Lottery Heritage Fund.

Grazie alle attività del progetto, sono stati portati alla luce i resti di un grande ambiente che potrebbe appartenere all’insediamento reale dei re dell’Anglia orientale.

Gli scavi recenti, invece, hanno permesso di rinvenire le tracce di una raffinata lavorazione dei metalli associata all’insediamento reale, incluso uno stampo utilizzato per fondere finimenti decorativi per cavalli simile a quello conosciuto dalla vicina necropoli principesca di Sutton Hoo.

Dalle indagini si è scoperto che il complesso reale potesse essere esteso più del doppio di quanto si pensasse in precedenza, delimitato da un fossato perimetrale lungo 1,5 chilometri che racchiudeva un’area di circa 15 ettari.

La residenza reale faceva parte di un complesso insediativo più ampio che copriva 50 ettari, unico per dimensioni e complessità nell’archeologia inglese dell’Inghilterra dal V all’VIII secolo d.C. La svolta nelle indagini archeologiche di quest’anno corona una campagna di scavi durata tre anni che trasforma le aspettative e la comprensione delle fasi storiche della zona.

Secondo Christopher Scull, docente dell’Università di Cardiff e dello University College di Londra, principale consulente accademico del progetto, i risultati degli scavi a Rendlesham mostrano vividamente il potere e la ricchezza dei re dell’Anglia orientale e della sofisticatezza della società che governavano. Il possibile tempio, o luogo di culto, fornisce prove rare e notevoli della pratica in un sito reale e delle credenze precristiane che erano alla base della prima società inglese.

Scull ritiene che le sue fondamenta distintive e sostanziali indicano che uno degli edifici, lungo 10 metri e largo 5, potesse essere insolitamente alto e robusto per le sue dimensioni, quindi forse è stato costruito per uno scopo speciale. È molto simile agli edifici di altre parti dell’Inghilterra che sono visti come templi o case di culto, quindi potrebbe essere stato utilizzato per il culto precristiano dai primi re dell’Anglia orientale.

Il sito di Rendlesham è identificato come centro reale dell’Anglia orientale già da Beda il Venerabile nella sua Historia ecclesiastica gentis Anglorum. Beda ricorda che re Redwald, che morì intorno al 625 d.C. e la cui tomba si pensa sia la sepoltura della nave di Sutton Hoo, mantenne un tempio in cui erano presenti altari a divinità precristiane accanto a un altare a Cristo, sebbene non sia specificamente indicato come Rendlesham.

Gli scavi di quest’estate hanno anche rivelato , oltre alle fondamenta di tre nuovi edifici con alzato in in legno, tra cui la probabile casa di culto o tempio; le tracce della lavorazione dei metalli di VII secolo, inclusa la scoperta di scorie e di uno stampo in argilla cotta per realizzare finimenti decorativi per cavalli; due tombe di data sconosciuta; recinti e tracce di depositi del Neolitico (IV millennio a.C.), dell’Età del Bronzo, dell’Età del Ferro e del periodo romano; una postazione di fari della Seconda Guerra Mondiale come parte di una batteria di proiettori registrata anche su fotografie aeree della US Force del dicembre 1943.

Queste scoperte archeologiche mostrano come Rendlesham sia stato un luogo privilegiato per gli insediamenti e le attività umane per 6.000 anni, dal IV millennio a.C. ai giorni nostri, ma che era molto importante quando era un centro reale tra il VI e l’VIII secolo d.C.

Gli scavi sono in via di completamento e i manufatti sono in fase di analisi con i risultati delle ricerche attesi nel 2024.

Per saperne di più sul progetto Rendlesham Revealed, si può visitare Heritage.suffolk.gov.uk/rendlesham.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori info: Consiglio della contea di Suffolk

Anglo-Sassoni

Ciao! Lascia un commento o una tua considerazione. Grazie

error: Il contenuto è protetto!!