ENNESIMO ANTICO VASO RESTITUITO ALL’ITALIA

Per leggere questo articolo occorrono circa 2 minuti

Dal 15 al 18 maggio, a Chieti, si è tenuto un importante convegno internazionale sui rischi subiti dall’archeologia: guerre, buffer zones, urbanizzazione, valorizzazione come prevenzione, traffico illecito di antichità sono state al centro delle attenzioni di studiosi internazionali ed esperti di ogni genere. E’ di questi giorni la notizia che The Toledo Museum of Art (TMA), in Ohio, e il Ministero Italiano per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC) hanno raggiunto un accordo per la restituzione all’Italia di un oggetto della collezione del museo, un prezioso vaso.

Lo skyphos attico a figure rosse, un contenitore di terracotta decorato con la vicenda mitologica del ritorno di Efesto sull’Olimpo, attribuito al cosiddetto Pittore di Cleofonte, ceramografo attico allievo di Polignoto, risalente al 420 a.C., sarà restituito all’Italia. L’accordo prevede che il prezioso vaso resterà esposto al TMA per quattro anni al termine dei quali il museo può chiedere il rinnovo del prestito o chiedere al Governo italiano un altro significativo manufatto come parte di uno scambio culturale continuo e in rotazione.

Il Toledo Museum of Art ha acquistato lo skyphos nel 1982 per 90.000 dollari grazie alla donazione della Fondazione Edward Drummond Libbey. La provenienza del vaso è stata messa in discussione nel 2017 da Christos Tsirogiannis, un archeologo forense impegnato nel traffico degli antichi manufatti, dopo di che il museo ha avviato un’indagine interna e contattato le autorità italiane. 

Il vaso è stato esposto nella collezione permanente del museo sin dalla sua acquisizione ed è stata inclusa nella mostra speciale The Fire of Hephaistos: Large Classical Bronzes from North American Collections, all’inizio al TMA e successivamente al The Tampa Museum of Art, in Florida.

Lo skyphos raffigura Efesto, il fabbro degli dei, che fu cacciato dall’Olimpo da sua madre, la dea Era, moglie di Zeus. Efesto cercò la vendetta facendo una trappola a Era regalandole un magnifico trono. Quando lei ci si sedeva, restava bloccata e nessuno degli dei poteva liberarla. Dioniso, dio del vino e del teatro, fece ubriacare Efesto e alla fine liberò Era che riconciliò il figlio ribelle alla divina famiglia.

Lo skyphos è una profonda tazza di medio-piccole dimensione per bere, con due piccole anse, solitamente orizzontali, impostate appena sotto l’orlo. La forma dello skyphos varia nel tempo e secondo gli ambiti di produzione. 

TMA è impegnata nella protezione del patrimonio culturale e nell’acquisizione responsabile di materiali archeologici e arte antica. La sua politica di gestione delle collezioni si attiene alle più severe linee guida etiche, alla trasparenza istituzionale e alle migliori pratiche professionali. 

TMA indaga rigorosamente sula provenienza di tutte le nuove acquisizioni e continua la ricerca sugli oggetti già presenti nelle sue collezioni che possono avere provenienze discutibili. Il museo è stato molto attivo nel risolvere tutte le richieste di proprietà e accoglie nuove informazioni sugli oggetti delle proprie collezioni.

Daniele Mancini

Per ulteriori info: Toledo Museum of Art; MIBAC

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: