“BARRINGTON ATLAS OF THE GREEK AND THE ROMAN WORLD”, UN FONDAMENTALE STRUMENTO PER LO STUDIO

Per leggere questo articolo occorrono 3 minuti

In recenti ricerche ho avuto la possibilità di consultare una versione del celebre Barrington Atlas of the Greek and Roman World, curato da Richard J.A. Talbert, la classica opera di riferimento per studiare, su carte geografiche, l’intero mondo dei greci e dei romani dalle Isole britanniche al subcontinente indiano e nel profondo Nord Africa.

Realizzato con 102 mappe a colori distribuite su 175 pagine, il Barrington Atlas, si estende sul territorio di oltre 75 paesi moderni. Il suo grande formato (33,7 x 46,4 cm) è stato progettato su misura dal principale fornitore cartografico, MapQuest.com, Inc., e non ha rivali per portata, chiarezza e dettagli.

Oltre 70 esperti, coadiuvati da altrettanti consulenti, hanno lavorato a partire dalle carte aeronautiche generate dai satelliti per riportare il paesaggio moderno al suo aspetto antico e per segnare nomi e caratteristiche antiche secondo le recenti ricerche storiche e scoperte archeologiche. Cronologicamente, l’Atlante Barrington abbraccia la Grecia arcaica fino al Tardo Impero Romano con due scale standard, 1:500.000 e 1:1.000.

Dal 1870, tutti i tentativi di mappare il mondo classico in modo completo sono falliti. Il Barrington Atlas ha  raggiunto quell’obiettivo sfuggente e stimolante e solo nel 1988, presso l’Università della Carolina del Nord, a Chapel Hill, sotto la direzione dell’illustre storico  Richard J.A. Talbert,  è stato sviluppato questo prezioso documento.

Il Barrington Atlas è, dunque, un’opera di riferimento di valore permanente. Ha un fascino eccezionalmente ampio per tutti in tutto il mondo con un interesse per gli antichi Greci e Romani, le terre in cui penetrarono e i popoli e le culture che incontrarono in Europa, Nord Africa e Asia occidentale, non solo per inguaribili romantici degli atlanti da sfogliare come il sottoscritto.

E’ essenziale la sua presenza in qualsiasi biblioteca e studiosi, studenti, viaggiatori, amanti della cartografia ma chiunque desideri ripercorrere le marce verso est di Alessandro, attraversare le Alpi con Annibale, attraversare il Mediterraneo orientale con San Paolo, o meditare sulle strade, sugli acquedotti e sulle opere di difesa dell’Impero Impero, dovrebbe dotarsene o consultarlo.

L’indice del Barrington Atlas è disponibile online su http://assets.press.princeton.edu/B_ATLAS/B_ATLAS.PDF e, in edizione cartacea, in due volumi di quasi 1.500 pagine. La sezione per ogni mappa comprende:

  • un testo conciso che descrive le difficoltà nella mappatura di una regione, come l’ampio cambiamento del paesaggio dall’antichità o l’esplorazione moderna irregolare.
  • un elenco di ogni nome e caratteristica sulla mappa, con dati di base sul periodo di occupazione, gli equivalenti moderni di antichi toponimi, il paese moderno in cui si trovano e brevi riferimenti a testimonianze antiche o studi moderni rilevanti.
  • una bibliografia delle opere citate.

Recentemente, per stare al passo con i tempi, Princeton University Press ha annunciato il lancio dell’app Barrington Atlas of the Greek and Roman World nell’App Apple Store. L’app presenta il contenuto completo del Barrington Atlas e incorpora una sorta di diario interattivo con motore di ricerca.

Il Barrington Atlas è un’eccellente fonte di studio completo e abbastanza aggiornato, non ha eguali altrove e apre la strada a un’immensa varietà di ulteriori iniziative di ricerca.

 

Daniele Mancini

Atlante e droni

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: