giovedì, 20 Giugno 2024
Personaggi&Protagonisti

NUOVO STUDIO CONFERMA COME I NEANDERTHALIANI AVESSERO CAPACITA’ DI ATTRIBUIRE SIGNIFICATO SIMBOLICO AGLI OGGETTI

Per leggere questo articolo occorrono 4 minuti

Fino a oggi si pensava che solo l’Homo sapiens possedesse la capacità di attribuire concetti ai simboli ma una nuova ricerca mostra come anche i Neanderthaliani siano riusciti a dare un significato simbolico a oggetti e manufatti; ad esempio, usavano i crani di grandi erbivori come trofei di caccia.

Ana Abrunhosa, del Centro Nacional de Investigación sobre la Evolución Humana (CENIEH), e Ana Isabel Ortega, del CENIEH e della Fundación Atapuerca, coadiuvati da un team di ricerca composto colleghi dell’Universidad de Valladolid (Uva), dell’Universidad Complutense de Madrid (UCM), del Museo Nacional de Ciencias Naturales de Madrid (MNCN-CSIC), hanno recentemente pubblicato sulla rivista  Nature Human Behaviour un articolo che conferma che i Neanderthaliani possedessero una capacità simbolica. L’analisi dei grandi crani di erbivori trovati nel sito di Cueva Des-Cubierta, nei pressi di Pinilla del Valle, Madrid, rivela che questi ominidi, che vivevano nella regione più di 40.000 anni fa, li usavano come trofei di caccia.

Tutti i crani rinvenuti in questo santuario di caccia, compresi in particolare quelli di bisonte (Bison priscus), di uro (Bos primigenius), di cervo nobile (Cervus elaphus) e due di rinoceronti delle steppe, appartenenti alla specie Stephanorhinus hemitoechus, furono preparati dai Neanderthaliani seguendo uno schema dal chiaro significato simbolico: asportavano la mandibola e la mascella superiore, consumavano il cervello e lasciavano la parte con le corna o palchi come se fossero trofei di caccia.

Secondo il paleontologo dell’Universidad Complutense de Madrid, Juan Luis Arsuaga, è stato possibile verificare che questa attività si è mantenuta per diverse generazioni, formando una tradizione culturale che si sarebbe tramandata nel tempo.

Insieme a questi crani comparvero anche gli strumenti di pietra musteriani, tipici dei Neanderthaliani, così come i blocchi usati come incudini e le pietre per la percussione usate per fratturarli. Le materie prime utilizzate erano di origine locale e molto varie, selce, quarzite, gneiss. Secondo la Abrunhosa, i Neanderthaliani sapevano sfruttare al meglio ogni materiale, adattando la loro tecnologia e le loro esigenze a ciò che era disponibile, e dimostrando di non dipendere da nessun particolare tipo di roccia per sviluppare la loro tecnologia e per le loro attività quotidiane.

Questo comportamento non è legato ad attività di sussistenza, ma ad altre funzionalità che forniscono informazioni su aspetti poco conosciuti degli Uomini di Neanderthal. Se fino a oggi i Sapiens erano stati considerati l’unica con la capacità di attribuire concetti ai simboli, con queste nuove scoperte, la teoria del significato simbolico agli oggetti dovrà confermare che questo attributo intellettuale debba essere condiviso con i Neanderthaliani, sottolinea l’autore principale di questo studio, Enrique Baquedano, direttore del Museo Arqueológico y Paleontológico del Governo Regionale di Madrid.

Il sito della Cueva Des Cubierta è composto da una lunga galleria di caverne il cui soffitto è crollato e nel crollo è stato recuperato un eccezionale raccolta di grandi teschi di erbivori, alcuni dei quali associati a piccoli fuochi.

Ad oggi non esiste nessun altro sito archeologico da nessuna parte nell’intero areale su cui si estendeva l’Uomo di Neanderthal che sia simile a Pinilla del Valle. Le scoperte a Cueva Des-Cubierta ne fanno un luogo eccezionale che permette di svelare le chiavi del comportamento di questa specie quando viveva accanto al Sapiens.

Arsuaga ritiene, duqnue, che questo studio apra le porte a una nuova concezione di questa specie di ominidi e solleva interrogativi sul nostro ruolo di unici “sapiens” nel corso dell’evoluzione della vita su questo pianeta…

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori info: CENIEH on line

CENIEH

Ciao! Lascia un commento o una tua considerazione. Grazie

error: Il contenuto è protetto!!