NUOVO DATABASE SUGLI ISOTOPI DEL PIOMBO DELLA PENISOLA IBERICA

Per leggere questo articolo occorrono 3 minuti

È stato creato un nuovo database basato sugli isotopi del piombo identificati nella Penisola iberica. Il nuovo studio, pubblicato sulla rivista Ore Geology Reviews, secondo i ricercatori, si è proposto di raccogliere tutti i dati possibili sugli isotopi del piombo della Penisola iberica e di renderli accessibili a tutti; i dati seguono una serie di criteri geologici, per cui le miniere possono essere separate dall’area in cui si trovano ma anche in base alla tipologia del materiale.

Secondo Sonia Garcia de Madinabeitia, l’autrice della ricerca, ricercatrice del Dipartimento di Geologia dell’Università dei Paesi Baschi, una delle applicazioni delle analisi degli isotopi del piombo è quella di cercare di associare resti archeologici, manufatti prodotti dall’uomo in tempi antichi, con depositi e minerali, cioè con il punto in cui è stato estratto il metallo. A tal fine, è essenziale ottenere numerosi dati e avere un database a scopo di confronto: lo scopo di qualsiasi database, ha affermato la ricercatrice, è quello di avere una raccolta quanto più completa e dettagliata possibile di campioni e risultati comparabili.

Il database denominate IBERLID riunisce circa 3000 analisi isotopiche del piombo provenienti da più di 140 diversi riferimenti. Il database include risultati su minerali, rocce e manufatti archeologici metallici, standardizzati per consentirne la selezione, il raggruppamento e la tracciabilità dei campioni.

L’uso di dati isotopici del piombo si è dimostrato uno strumento utile nell’indagine delle materie prime per l’esplorazione di siti geologici e negli studi sulla provenienza dei metalli in archeologia. Gli utenti di questo tipo di informazioni hanno spesso richiesto report completi che includano non solo valori numerici dei rapporti isotopici ma anche informazioni mineralogiche e geologiche sui campioni analizzati, per consentire, quindi, il confronto dei dati.

Per Garcia de Madinabeitia, il database IBERLID risponde a questa richiesta e consente di utilizzare i risultati degli isotopi del piombo in modo semplice e facilita il loro confronto. Non è solo una semplice tabella estesa dei rapporti degli isotopi del piombo. Include anche strumenti interattivi che collegano i rapporti degli isotopi, informazioni geografiche, geologiche, mineralogiche e archeologiche, fornendo così nuovi modi di selezionare, raggruppare e confrontare i dati sui campioni.

Tutti i campioni IBERLID possono essere localizzati su una mappa utilizzando le informazioni geografiche incluse nel database. Sulla mappa i campioni sono codificati per colore in base alle loro caratteristiche. La mappa interattiva consente all’utente di ingrandire o ridurre per individuare i campioni in dettaglio e di mostrarli o nasconderli selezionandoli dal menu.

Secondo Garcia de Madinabeitia, la raccolta e la valutazione dei dati provenienti da quasi tremila analisi di isotopi del piombo dovrebbe contribuire e ampliare le conoscenze sulla geologia e sulla composizione isotopica dei depositi in tutta la penisola iberica.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori info: Università dei Paesi Baschi

Piombo

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: