ANTICA OLIMPIA RIVIVE GRAZIE A MICROSOFT E MINISTERO DELLA CULTURA

Per leggere questo articolo occorrono 3 minuti

Il Ministero della Cultura e dello Sport greco e Microsoft Corp. hanno annunciato il progetto Ancient Olympia: Common Grounds, una nuova collaborazione per valorizzare il sito dell’antica Olimpia, la sede originale dei giochi olimpici, utilizzando l’intelligenza artificiale.

Questo progetto digitale consente agli utenti di tutto il mondo di esplorare l’antica Olimpia così com’era più di 2000 anni fa attraverso un’esperienza coinvolgente tramite un’app mobile interattiva, un’esperienza desktop basata su un sito web o una dispotivo olografico chiamato Microsoft HoloLens 2 installato al Museo Olimpico di Atene.

La conservazione digitale dell’antica Olimpia offre alle persone un modo per attraversare il sito durante uno dei periodi più importanti della storia, riportato in vita in un modo realistico e coinvolgente che non era mai stato possibile prima offrendo la possibilità di conoscere quanto fosse imponente e importante un sito come Olimpia.

Secondo Brad Smith, presidente Microsoft, il progetto per preservare digitalmente l’antica Olimpia è un risultato straordinario per il patrimonio culturale, che coniuga l’intelletto umano antico e moderno e la tecnologia all’avanguardia a beneficio, consentendo alle generazioni future di esplorare nuovi modi per conoscere il passato.

Anche Lina Mendoni, Ministro della Cultura e dello Sport, ritiene che con la rappresentazione digitale del santuario panellenico dell’antica Olimpia, il suo patrimonio culturale, con i valori olimpici, della pace, dell’armonia, dell’eccellenza e della nobile rivalità,  diventa accessibile al mondo intero attraverso l’uso di tecnologie all’avanguardia. Il progetto, implementato attraverso il patrocinio culturale di Microsoft, promuove e valorizza un sito archeologico unico ed emblematico, supportando il turismo e presentando la Grecia come una democrazia moderna e forte con un lungo passato storico e culturale e dinamiche di sviluppo indiscutibili.

Attraverso l’iniziativa AI for Cultural Heritage, Microsoft ha collaborato con la società tecnologica Iconem, specializzata nella digitalizzazione di siti storici in 3D, per creare il modello dell’antica Olimpia. Sia le telecamere a terra che i droni sono stati utilizzati per scattare centinaia di migliaia di immagini del sito che Microsoft AI ha elaborato per creare modelli così precisi da renderli fotorealistici.

Il progetto conserva digitalmente 27 monumenti nel sito, tra cui l’originale Stadio Olimpico, i templi di Zeus ed Era e la bottega del famoso scultore Fidia. Nell’esperienza 3D, questi edifici sono ricreati con dettagli realistici, accuratamente studiati dagli archeologi del Ministero per essere il più fedeli possibile alle loro forme originali, incluso linee temporali storiche dei cambiamenti del sito nel tempo e le rappresentazioni di manufatti di ogni periodo.

La collaborazione tra il Ministero della Cultura e dello Sport e Microsoft ha riunito studiosi e ricercatori multidisciplinari provenienti da tutto il mondo mondo per lavorare, trovare nuovi modi per superare le sfide e alla fine condividere idee per dare vita a questo progetto su un nobile passato.

Questi monumenti sono sopravvissuti a migliaia di anni di intemperie, guerre, terremoti e modernizzazione e necessitano di una conservazione digitale per garantire che tutte le tracce della ricca storia e dei valori civili comuni siano consegnate alle generazioni future.

L’esperienza web può essere visualizzata su olympiacommongrounds.gr e l’app può essere scaricata dagli app store iOS e Android; il tour virtuale con HoloLens 2 è aperto al pubblico al Museo Olimpico di Atene.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: