lunedì, 26 Febbraio 2024
Scoperte&SitiArcheologici

SPLENDIDI MONILI D’ORO RINVENUTI A ELEKE SAZY, IN KAZAKISTAN

Per leggere questo articolo occorrono 4 minuti

Un team di archeologi in Kazakistan ha portato alla luce due splendidi monili in oro da una tomba di 1.500 anni che presentano le prime raffigurazioni conosciute del grande khan, o Khagan dei Göktürk, una confederazione nomade di popoli di lingua turca che occupò la regione per circa tre secoli.

Secondo Zainolla Samashev, archeologo dell’Istituto di Archeologiadel Kazakistan, che ha guidato gli scavi, le sontuose placche d’oro raffigurano il sovrano incoronato, maestosamente seduto su un trono in una posa santa e circondato da cortigiani, descrivendo la natura sacra del potere nell’antica società turca.

I reperti provengono dal sito di Eleke Sazy, vicino ai remoti confini orientali del Kazakistan con Cina, Mongolia e Siberia russa, dove Samashev e i suoi colleghi lavorano dal 2016.

La tomba di Göktürk del VI secolo conserva i resti di un nobile, probabilmente un “tegin” , un principe, in lingua turca antica, il cui luogo di sepoltura si era sviluppato nel VII secolo in un complesso commemorativo cultuale che divinizzava il defunto.

Samashev ritiene che il principe possa appartenere al clan reale Ashina di khagan. Il clan Ashina fondò due stati turchi nelle steppe eurasiatiche centrali tra il V e l’VIII secolo e governò finché non furono conquistati dall’altra tribù turca degli Uiguri.

I due monili e d’oro sono stati rinvenuti nella camera centrale della tomba, dove fu cremato il principe e uno dei due manufatti fu gravemente danneggiato dall’incendio della cremazione.

Misurando circa 3,7 centimetri di diametro, entrambi sembrano avere una forma di fibula per cintura che avrebbe avuto le due estremità della cintura infilate attraverso un foro alla base in modo che pendessero dalla vita. Secondo Samashev, tali fibbie sembrano essere state un simbolo di potere nella società turca e potrebbero aver significato che chi le indossava era una persona di alto rango sociale.

Il khagan è raffigurato al centro di ogni placca, con indosso una corona e seduto su un trono raffigurato con due cavalli; è affiancato da due offerenti inginocchiati che offrono il cibo da un piatto e da una ciotola. Queste due fibule sono considerate le prime raffigurazioni verificate di un khagan del popolo Göktürk.

I Göktürk o “turchi celesti” dell’Asia centrale potrebbero aver avuto origine come gruppo etnico sotto gli Xiongnu , che governarono la steppa eurasiatica orientale dal II secolo a.C. circa fino al I secolo d.C. Molti turchi moderni sono discendenti di quelle tribù che facevano parte del Khaganato turco occidentale, formatosi dopo le guerre civili tra i Göktürk, alla fine del VI secolo, e il Khazar Khaganate, il successore del Khaganate Turk occidentale, che sopravvisse fino al X secolo come alleato dell’Impero bizantino.

Secondo Serhan Çınar, un archeologo dell’Università di Ankara che ha lavorato anche agli scavi, il sito della tomba si sviluppò probabilmente come centro sociale e culturale dove individui fedeli veneravano le credenze di Tegin e Göktürk, un complesso commemorativo legato agli antichi turchi, denso di significati spirituali e ideologici, religiosi e filosofici.

Il complesso è composta da pietra e terra ed è lungo circa 90 metri e largo 50, con due parti principali ciascuna circondata da un muro del cortile. Una parte era il tempio principale di forma quadrata, che comprendeva la camera sepolcrale centrale. Accanto ad esso è stato costruito una sorta di  “labirinto” per i pellegrini in visita. Una stanza centrale del labirinto conteneva una scultura in pietra, ora incompleta, che rappresentasse l’inumato.

Nel sito sono stati rinvenuti centinaia di altri manufatti. Oltre alle placche d’oro, gli archeologi hanno portato alla luce oggetti d’argento, ferro e bronzo; armi; resti di attrezzature per cavalli; e un amuleto realizzato in cristallo di rocca.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

 

Ciao! Lascia un commento o una tua considerazione. Grazie

error: Il contenuto è protetto!!