LE INFLUENZE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI NEI VILLAGGI COSTIERI DEI NATIVI AMERICANI DI 4000 ANNI FA

Per leggere questo articolo occorrono 3 minuti

Secondo uno studio di Carey Garland e Victor Thompson pubblicato sulla rivista PLOS ONE, le conchiglie di molluschi appositamente deposte nei villaggi dei nativi americani di 4000 anni fa indicano che il cambiamento ambientale potrebbe aver guidato la formazione e l’abbandono di queste comunità costiere.

I cosiddetti villaggi dell’ “anello di conchiglie” erano comunità costiere basate su un’economia prevalentemente legata alla pesca, come indicato anche dal posizionamento dei villaggio accanto alle grandi presenze di molluschi e dai grandi cumuli di conchiglie di molluschi che rimangono ancora oggi. Gli anelli di conchiglie formarono alcuni dei primi insediamenti di villaggi umani lungo la costa sud atlantica degli Stati Uniti ma furono abbandonati alla fine del tardo arcaico, circa 4000 anni fa. Diversi ricercatori hanno proposto spiegazioni socio-ecologiche ma limitate sono state le ricerche fisiche per comprendere questi abbandoni.

Il team di Garland e Thompson ha analizzato la biochimica e la paleobiologia dei gusci di molluschi trovati in tre anelli di conchiglie abbandonati sull’isola di Sapelo, in Georgia, negli Stati Uniti. Hanno misurato le dimensioni dei gusci di ostriche come indicatore della salute dell’ambiente e hanno confrontato i valori degli isotopi dell’ossigeno per determinare le condizioni di salinità. Hanno integrato le loro scoperte con dati cronologici, come l’analisi dendrocronologica sugli anelli degli alberi, utilizzando un modello bayesiano, per determinare le fluttuazioni ambientali nel tempo.

I ricercatori hanno scoperto che i tre anelli di conchiglie di Sapelo, noti come Anello I, Anello II e Anello III, erano occupati nel tardo arcaico in periodi variabili, a volte sovrapposti. L’Anello II sembrava essere il più antico e duraturo, fondato circa 4290 anni fa e occupato fino a 3950 anni fa, con l’Anello I che durò circa 150 anni a metà di questo periodo. L’anello III è il più recente ed è sopravvissuto agli altri, prima dell’abbandono intorno a 3845 anni fa.

Mentre gli anelli I e II presentavano grandi gusci di ostriche, quelli dell’Anello III erano significativamente più piccoli, indicando una diminuzione delle dimensioni del guscio di ostrica nel tempo. Le ostriche più piccole tendono ad essere meno sane o più giovani, quindi ciò potrebbe indicare un esaurimento delle scorte di ostriche e/o della salute delle ostriche stesse. Gli isotopi dell’ossigeno indicavo anche condizioni di salinità significativamente più basse al momento dell’anello III rispetto agli anelli I e II.

L’analisi suggerisce, dunque, che gli abitanti dei villaggi dell’anello di conchiglie hanno subito fluttuazioni ambientali, in particolare intorno all’occupazione dell’anello III. L’insediamento costiero potrebbe essere stato inizialmente un adattamento ai cambiamenti climatici come un modo per gestire efficacemente la pesca, che è molto sensibile a tali cambiamenti. Tuttavia, al momento dell’occupazione dell’Anello III, la pesca potrebbe essere diventata insostenibile, portando alla dispersione verso altri insediamenti e altre forme di sussistenza.

Gli autori ritengono che il loro lavoro fornisca prove complete per le correlazioni tra il cambiamento ambientale su larga scala e le trasformazioni sociali sulla costa della Georgia durante il periodo tardo arcaico.

Gli autori osservano che l’emergere della vita nei villaggi e l’adattamento agli ambienti costieri sono transizioni significative nella storia umana che si sono verificate in vari tempi e luoghi in tutto il mondo. La ricerca mostra che i popoli indigeni che stabilirono i primi villaggi ad anello costiero del Nord America circa 4200 anni fa erano resilienti e, attraverso la cooperazione e l’azione collettiva, sono stati in grado di adattarsi all’instabilità ambientale e alla carenza di risorse.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori info: New Georgia Encyclopedia

Nativi americani

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: