venerdì, 24 Maggio 2024
Viaggi&Turismo

L’ANTICO CENTRO PREISPANICO DI CUICUILCO, CITTA’ DEL MESSICO, E LA SUA ORIGINE

Per leggere questo articolo occorrono 2 minuti

Uno dei siti archeologici più importanti del Messico è identificabile in Cuicuilco, Distretto di Tlalpan, nel sud di Città del Messico, che secondo David Carballo, archeologo della Boston University. mostra la storia sorprendente ed enigmatica del primo centro urbano del Messico centrale.

Cuicuilco fu colonizzato intorno all’800 aC dai primi agricoltori che già vivevano in comunità di villaggio sedentarie. Nel corso del millennio successivo, crebbe fino a ospitare una popolazione di 20.000 persone che prosperarono in questa zona, relativamente lussureggiante, canalizzando l’acqua per irrigare la loro terra e per utilizzarla negli spazi domestici e religiosi.

Secondo  l’archeologo Alejandro Pastrana, dell’Istituto nazionale di antropologia e Storia del Messico, Cuicuilco, è un centro ricco di una società complessa con un sistema agricolo idraulico.

Tuttavia, è impossibile dire che aspetto avesse la maggior parte dell’antica Cuicuilco. Intorno al 250 d.C., insieme a un’area circostante di circa 50 miglia quadrate, fu sepolto dall’eruzione del vulcano Xitle, in alcuni punti fino a una profondità di 9 metri.

Il campo lavico basaltico, oggi noto come Pedregal de San Angel, copre la maggior parte della città antica e, ciò che non è ricoperto di lava e non è stato scavato, si trova sotto il quartiere moderno. L’eruzione costrinse gli abitanti di Cuicuilco ad abbandonare la loro città e trasferirsi a nord, dove incontrarono una grande cultura in ascesa nella fiorente metropoli di Teotihuacan, che era stata fondata intorno al 100 a.C.

I primi scavi a Cuicuilco ebbero luogo tra il 1922 e il 1925, in cui gli archeologi furono aiutati da esplosivi per sgretolare la lava. A quel tempo, l’unica struttura antica visibile era la sommità dell’insolita piramide rotonda del sito, che risale al V secolo a.C. ed è una delle strutture monumentali più antiche della Mesoamerica.

Alcune esplorazioni hanno avuto luogo prima della costruzione del villaggio olimpico per i giochi del 1968, gli scavi di salvataggio sono stati intrapresi negli anni ’90 e Pastrana sta attualmente conducendo lavori limitati. A partire da ora, la piramide alta 25 metri e larga oltre 110 mt, che è dedicata a un dio del fuoco associato anche ai vulcani, è stata completamente archeologicamente indagata, così come altri due templi e quello che potrebbe essere un grande edificio civico. complesso.

Tutti i monumenti sono generalmente aperti ai visitatori.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori firma: INAH

Visit Mexico

Ciao! Lascia un commento o una tua considerazione. Grazie

error: Il contenuto è protetto!!