venerdì, 19 Luglio 2024
Scoperte&SitiArcheologici

STRUTTURA PALAZIALE MAYA RINVENUTA A KABAH, NELLO YUCATAN MESSICANO

Per leggere questo articolo occorrono 3 minuti

Gli archeologi messicani dell’INAH hanno scoperto due complessi residenziali, tra cui un edificio simile a un palazzo, nel centro urbano maya di Kabah, nella penisola dello Yucatan, risalente a circa 1.500 anni fa.

Il team ha portato alla luce gli edifici,  la prima traccia archeologica di edifici residenziali in questo sito archeologico, durante operazioni di archeologia preventiva nel progetto di realizzazione della ferrovia Maya Train, una ferrovia lunga 1.500 chilometri che attraverserà la penisola dello Yucatán.

Da una nota dell’INAH, l’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico, la struttura, simile a un palazzo è lunga 26 metri decorata con bassorilievi raffiguranti di uccelli, piume e perline, la facciata dell’edificio presenta un portico che comprende otto lesene, colonne rettangolari che sporgono dalle pareti.

Secondo Lourdes Toscano Hernández, archeologa dell’INAH che ha co-guidato la squadra di ricercatori, la struttura palaziale e l’altro complesso residenziale erano spazi abitativi d’élite dove gli individui dormivano, mangiavano e vivevano la loro vita quotidiana. Negli edifici avrebbe vissuto un influente gruppo umano, il cui nome non è per ora conosciuto, che governò il centro mesoamericano espandendolo territorialmente.

Gli edifici potrebbero essere stati utilizzati anche per funzioni amministrative e, secondo la Toscano Hernández, è deducibile dalla loro vicinanza con luoghi pubblici deputati allo svolgimento di assemblee.

Le incisioni di uccelli, piume e perline sulla struttura simile a un palazzo potrebbero aver simboleggiato il rapporto tra le élite che vivevano in queste strutture e le divinità Maya, elementi che avrebbero contribuito a legittimare il loro status.

Fino a poco tempo fa, i complessi residenziali, insieme ad altre parti dell’antico centro urbano maya, erano completamente celati dalla vegetazione e, anche se non è ancora chiaro quando siano stati realizzate queste strutture, il centro sarebbe stato fondato tra il 250 e il 500 d.C. da individui provenienti dalla regione di Petén, un’area che comprende Guatemala e Belize. Secondo la Toscano Hernández, il primo sovrano di Kabah potrebbe aver vissuto in una di queste strutture.

All’interno degli edifici, gli archeologi hanno trovato resti di vasellame, compresi vasi dipinti e ceramiche per uso giornaliero. Le indagini archeologiche sul sito sono ancora in corso.

Maya fiorirono nella regione tra il 250 e il 900 d.C. e mentre molte città crollarono intorno al 900, ne furono costruite di nuove, come Chichén Itzá.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori info: Kabah Yucatan

Ciao! Lascia un commento o una tua considerazione. Grazie

error: Il contenuto è protetto!!