NUOVO DATABASE GIS SULLA NECROPOLI TEBANA, EGITTO

Per leggere questo articolo occorrono circa 3 minuti

Un nuovo database GIS online per la Necropoli tebana egiziana è stato recentemente pubblicato per il progetto Satellite Survey of Theban Tombs e del Santee-Cooper GIS Laboratory dell’Università di Charleston: è un aggiornato sistema online di informazioni georeferenziate per la Necropoli tebana, denominato OLGIS-TN.

Una prima versione era già stata pubblicata nel 2004 e nel 2006 è stato lanciato un nuovo database aggiornato con oltre 700 tombe mappate sul terreno utilizzando un GPS di livello topografico. Tale database era disponibile in versione beta sul sito Web OLGIS-TN fino al momento in cui l’Università di Charleston ha chiuso i suoi server di mappatura e migrato i dati per moderni e ulteriori aggiornamenti.

Dal 2019, il database è di nuovo accessibile, con nuove mappe e più dati e immagini. Il progetto è sicuramente un contributo significativo al sempre crescente campo della mappatura digitale in archeologia.

Con orgoglio, però, informo i miei lettori che, tra il 2008 e il 2009, ho avuto il piacere di partecipare alla fase preliminare di stesura della mappatura della Necropoli tebana nella collaborazione di un team internazionale composto dall’Università di Tucumàn (Argentina), l’Università G. D’Annunzio di Chieti, l’Università di Buenos Aires, il Centro Restauro di Genehmigung (Germania). Il progetto è nato principalmente per lo scavo e il restauro della tomba nota come TT49, la tomba di Neferhotep, diretto da una docente dell’Università di Tucùman, Maria Violeta Pereyra.

La prima fase del progetto, che per la prima volta coinvolgeva l’universtià abruzzese in territorio egiziano, si è svolta nel febbraio 2008 ed ha visto un nutrito gruppo di archeologi e studenti brillantemente guidato da Oliva Menozzi, dal compianto Domenico Fossataro, da Maria Cristina Mancini, della D’Annunzio, e dall’archeologo Eugenio Di Valerio. Il team ha ricognito, con un metodo intensivo, l’intero territorio che circonda la tomba, elaborando un progetto GIS preliminare sulla zona.

Lo Online Geographical Information System for the Theban Necropolis (OLGIS-TN) è un database storico e archeologico interamente destinato alle tombe non reali della Necropoli tebana, integrato con mappe basate su GPS e funzionalità di mappatura interattiva. 

Lo scopo di OLGIS-TN è quello di fornire strumenti per la gestione dei siti archeologici, la conservazione storica, la ricerca, l’educazione e una comprensione multidisciplinare della Necropoli tebana. 

Lo stesso database OLGIS-TN non è semplicemente un archivio di tombe, ma un potente strumento di riferimento per studiare la necropoli usando mappe ad altissima risoluzione; per trovare e identificare tombe e i loro dati associati e per gestire il sito e le sue antichità.

È utile per comprendere la relazione essenziale tra tombe, topografia e il paesaggio circostante, per aver messo in evidenza il sistema stratigrafico e geologico della Necropoli tebana e per aver rivelato un numero cospicuo di modelli (sociali, geografici, archeologici, ecc.) nella distribuzione delle tombe e delle caratteristiche in tutta la necropoli.

Il sistema contiene dati su 734 tombe e sepolture non reali della collina di Sheikh Abd el-Qurnah, su una stima totale di oltre 1700 tombe e sepolture nell’intera necropoli. Rimane, comunque, un lavoro in corso che il team di ricercatori prevede di completare e mappare utilizzando il LIDAR per scansionare tutte le colline, circa 510 ettari. Il team lavora anche per migliorare l’accuratezza delle posizioni delle tombe, eseguendo più correzioni differenziali e continuando ad aggiungere mappe topografiche, immagini, bibliografie, revisioni e nuovi dati. E’ in progettazione anche una specifica app per smartphone.

Il database e le mappe di OLGIS-TN funzionano, sia sul campo che nello studio di ricerca. Per navigare attraverso la necropoli tebana in tempo reale è necessario disporre anche della funzionalità GPS. Tutti gli studiosi in possesso del software, possono scaricare i dati e aprirli come layer e mappe sul proprio computer locale e generare nuovi progetti di ricerca.

E’ possibile scaricare risultati di ricerca e mappe per la stampa e l’archiviazione, ad alta risoluzione, per la pubblicazione in studi accademici, per scopi legati alla ricerca, all’istruzione, alla gestione del sito e alla conservazione storica.

Tuttavia, non è possibile scaricare o clonare l’intero database con il suo elenco di coordinate, immagini delle tombe e della necropoli, tutto oggetto di copyright dei loro proprietari: Peter A. Piccione e Norman S. Levine (dell’Università di Charleston).

Sono disponibili, inoltre, numerose mappe storiche di ricerca sulla Necropoli tebana, georefereziate sull’immagine satellitare aggiornata. In questo modo, le tombe possono essere ricercate in riferimento a una o tutte le mappe e le immagini satellitari, in base a qualsiasi criterio storico e archeologico, dal numero della tomba, al proprietario, alla datazione, al faraone regnate, alla famiglia, all’eventuale usurpatore della tomba, alle pubblicazione. Ovviamente possono essere ricercate in base alla loro posizione fisica e geografia, anche utilizzando il GPS in tempo reale, qualora ci si trovi effettivamente nella necropoli. I risultati della ricerca possono anche essere condivisi direttamente su Internet tramite e-mail, Facebook e Twitter.

All’interno del database sono presenti pagine di aiuto e informazioni dettagliate a cui è possibile accedere dal Visualizzatore mappe centrale. Forniscono dati essenziali per iniziare a utilizzare il GIS, nonché istruzioni dettagliate. Ecco il link diretto alla pagina di OLGIS-TN.

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Tebe, necropoli

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: