CAVALIERI ASIATICI GIOCAVANO A PALLA GIA’ TREMILA ANNI FA…

Per leggere questo articolo occorrono 3 minuti

I giochi con la palla, oggi, sono una delle attività ricreative più popolari al mondo, un’importante forma di intrattenimento di massa e raccolta di grandi affari.

Gli strumenti sferici più antichi attualmente conosciuti furono prodotte in Egitto circa 4.500 anni fa usando il lino. I centroamericani, invece, adoperavano la palla nei loro giochi a giochi con la palla già 3.700 anni fa, come dimostrano i monumentali campi da gioco in pietra e le raffigurazioni di giocatori di palla: i loro palloni più antichi erano realizzati in gomma. Per quanto concerne Europa e Asia, fino ad oggi, si credeva che i giochi con la palla siano iniziati molto più tardi: in Grecia circa 2.500 anni fa e in Cina circa 300 anni dopo.

I ricercatori dell’Università di Zurigo, insieme a ricercatori tedeschi e cinesi, hanno esaminato tre sfere di cuoio trovate nelle tombe dell’antica necropoli di Yanghai, vicino alla città di Turfan, nel nord-ovest della Cina. Le sfere, che misurano tra 7,4 e 9,2 cm di diametro, sono state datate tra i 2.900 e i 3.200 anni or sono!

Patrick Wertmann, dell’Institute of Asian and Oriental Studies dell’Università di Zurigo, ritiene che la ricerca rende i palloni studiati di circa cinque secoli più antichi delle raffigurazioni dei giochi con la palla in Eurasia, precedentemente note. Purtroppo, le informazioni archeologiche associate non sono sufficienti per comprendere come siano state utilizzate in giochi esattamente queste palle raffigurate.

Le prime illustrazioni provenienti dalla Grecia mostrano giocatori di pallone che corrono e le raffigurazioni dalla Cina mostrano cavalieri che usano dei bastoni, in una sorta di polo ante litteram. Anche a Yanghai, nelle tombe di alcuni cavalieri, sono stati trovati resti di bastoncini ricurvi comparabili con l’uso diretto delle palle, datati a un periodo più recente, non collegabili alle prime forme di hockey su prato o polo.

In una delle tombe dei cavalieri, invece, sono stati trovati i resti conservati di un arco composito e un paio di pantaloni realizzati proprio in quella regione, rendendoli gli accessori umani tra i più antichi del mondo. Secondo gli studiosi, potrebbero essere i segni di un periodo di trasformazioni sociali fondamentali, votati a nuove guerre di tipo equestre, che hanno accompagnato i crescenti cambiamenti ambientali e la crescente mobilità nell’Asia centrale orientale.

Lo studio mostra che la palla e i giochi con la palla facevano parte dell’esercizio fisico e dell’addestramento militare sin dall’inizio e, proprio come oggi, lo sport giocava un ruolo centrale nella società ed era un’attività diffusa del tempo libero.

I risultati dello studio, pubblicati nel Journal of Archaeological Science: Reports, evidenziano ancora una volta che questa regione era un centro di innovazione culturale eurasiatico già diversi millenni or sono.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori info: Università di Zurigo

4 pensieri riguardo “CAVALIERI ASIATICI GIOCAVANO A PALLA GIA’ TREMILA ANNI FA…

  • giovedì, 15 Ottobre 2020 in 09:51
    Permalink

    come mai non si riesce più a condividere con Facebook?

    Rispondi
    • giovedì, 15 Ottobre 2020 in 12:04
      Permalink

      Buongiorno Simona,
      sul fondo dell’articolo è possibile condividere con la relativa icona

      Rispondi
  • lunedì, 31 Maggio 2021 in 00:07
    Permalink

    ma, se i palloni ritrovati in Cina risalgono a 2900-3200 anni fa, perché si dice che sono i più antichi? Le sfere di caucciù scoperte a El Manachi, in Messico, sono datate intorno al 1600 a.C., cioé 3600 anni fa

    Rispondi
    • lunedì, 31 Maggio 2021 in 09:03
      Permalink

      Salve Federico, infatti non è scritto che sono i “più antichi” visto che nell’articolo cito quelli sudamericani di 3700 anni or sono! Quelli cinesi sono più antichi rispetto a studi precedenti, come è riportato anche nello studio

      Rispondi

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: