TEMPIO ROMANO DEDICATO A MITRA ALLINEATO AL SORGERE DEL SOLE DEL 25 DICEMBRE?

Per leggere questo articolo occorrono circa 2 minuti

Un recente studio della ricercatrice di fisica Amelia Carolina Sparavigna del Politecnico di Torino afferma che un tempio di II secolo d.C., rinvenuto nel nord dell’Inghilterra e dedicato al dio Mitra, è stato eretto per allinearsi con il sole nascente del 25 dicembre.

Ultimamente eminenti professori e studiosi si sono lanciati in teorie appassionanti su datazioni e monumenti legate all’astronomia. Vi ripropongo una delle ultime ricerche effettuate.

Il tempio si trova accanto al castrum romano di Brocolitia, la moderna Carrawburgh, vicino al Vallo di Adriano, la frontiera più a nord dell’Impero Romano a partire dal 122 d.C.

Molti studiosi moderni ritengono che i Romani celebrassero il “compleanno” del dio Mitra il 25 dicembre, lo stesso giorno scelto dai Cristiani per celebrare la nascita di Cristo. Utilizzando immagini satellitari e software astronomici che mostrano la direzione delle albe e dei tramonti, la Sparavigna afferma che è possibile facilmente vedere che l’edificio è in allineamento con l’alba il 25 dicembre e, probabilmente, l’orientamento del tempio è stato scelto per ricordare la nascita di Mitra il 25 dicembre. Mitra era una divinità molto popolare tra i soldati che prestavano servizio nell’esercito romano e molti dei templi dedicati al dio si trovano vicino ai castra romani.

Elaborazione Sparavigna

Nell’articolo pubblicato sulla rivista Philica, la Sparavigna riscontra che esiste un allineamento tra il tempio di Mitra e il sole che sorge il solstizio d’inverno, il giorno più corto dell’anno, verificatosi nel 2017, lo scorso 21 dicembre.

Roger Beck, professore emerito di studi classici all’Università di Toronto, che ha scritto ampiamente sul culto di Mitra, ha affermato di aver ipotizzato che tale allineamento esistesse già in un articolo pubblicato nel 1984 sulla rivista Aufstieg und Niedergang der Römischen. In quel documento del 1984, ipotizzò che i raggi del sole avrebbero potuto illuminare una statua e un altare all’interno del tempio di Mitra proprio nel solstizio d’inverno.

Dopo aver esaminato l’articolo di ricerca della Sparavigna, Beck ha commentato che il punto principale sull’allineamento al solstizio d’inverno è valido, anche se non a livello di dettaglio che ha proposto nel 1984 riguardo la statua e l’altare. Nel suo articolo del 1984, Beck non propose, comunque, che il motivo di tale allineamento fosse legato alle celebrazioni della festa del dio Mitra il 25 dicembre e resta scettico sul fatto che i Romani celebrassero il die natalis del dio in quel giorno.

In un articolo del 1987 pubblicato sulla rivista Phoenix, Beck afferma che se esistono diversi testi antichi che indicano che la festa del Sol Invictus, il dio del sole che divenne popolare nell’impero romano durante il regno dell’imperatore Aureliano (270-275 d.C.), fu celebrato il 25 dicembre, poche sono le fonti che indicano che i Romani credessero che quel giorno anche Mitra fosse nato.

Altri templi dedicati a Mitra esistono in tutto l’Impero Romano, e sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se qualcuno di loro si allinea con il sole che sorge sul solstizio d’inverno o il 25 dicembre. Secondo Sparavigna un altro Mitreum, vicino al castrum romano di Vindobala, l’odierna Rudchester, nel nord dell’Inghilterra, potrebbe essere allineato come il tempio di Carrawburgh.

Vance Tiede, un archeologo della Astro-Archeology Surveys, dopo numerosi studi sugli allineamenti astronomici dei templi di Mitra, ha presentato alcuni risultati preliminari lo scorso settembre alla 17esima Conferenza della Società Italiana di Archeoastronomia, di cui si attendono gli atti.

E allora, andiamo a vedere le stelle?

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Per ulteriori info: Live Science; Philica

Ciao! Lascia un commento. Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: