NECROPOLI DI PRIMA DINASTIA RINVENUTA AD ABYDOS – da egyptindependent.com

Per leggere questo articolo occorrono circa 1 minuti

twoMercoeldì scorso, il capo della Egyptian Antiquities Sector, Mahmoud Afify, ha annunciato la scoperta di una necropoli e un’area residenziale risalenti al 5316 a.C., corrispondente con l’inizio di un importante periodo dinastico. La scoperta è stata fatta durante gli scavi condotti da una missione archeologica egiziana appartenente al Ministry of Antiquities, 400 metri a sud del Tempio del Faraone Seti I di Abydos, nel governatorato di Sohag.
La necropoli e l’area residenziale molto probabilmente appartenevano ad alti funzionari responsabili della costruzione delle tombe della famiglia reale nella città di Abydos. Inoltre, resti di capanne e strumenti di vita quotidiana, sono stati trovati nel sito: secondo Afify, i manufatti in ceramica e pietra per la produzione e il consumo di cibi e bevande indicano che il villaggio abbia fornito la forza lavoro impegnata nella costruzione delle tombe.
fouAfify conferma l’importanza di questa scoperta, affermando che potrebbe portare a nuove informazioni sulla storia della città di Abydos e sulla storia dell’antico Egitto in generale. Ha ovviamente elogiato il fatto che la scoperta è stata compiuta da una missione archeologica appartenente al Ministry of Antiquities e non una missione estera.
Hany Aboul Azm, capo della Central Administration of Upper Egypt Antiquities, ha commentato che la missione ha finora scoperto 15 enormi necropoli edificate in mattoni crudi. Aboul Azm ha detto che l’enorme dimensione delle tombe sottolinea l’importanza dei proprietari, la loro influenza e il loro status sociale durante quel primo periodo della storia dell’antico Egitto. Le necropoli del periodo si distinguono per le frequenti mastaba (termine che deriva dalla parola araba che significa panca, banchett), un tipo di tomba egizia realizzata in mattoni di fango, a pianta rettangolare realizzato come una sorta di enorme gradone di forma tronco-pirmaidale, con tetto piano.
on1Secondo Yasser Mahmoud Hussein, il capo della missione che ha realizzato la scoperta, alcune necropoli ospitavano fino a quattro mastaba! Le mastaba più antiche erano situate a Saqqara, prima di questa scoperta effettuata a Abydos, ha sottolineato Hussein. Inoltre ha spiegato che la missione comprende un gruppo di giovani archeologi egiziani specializzata in scavi, studio delle ceramiche, studio dei dipinti delle tombe e ossa umane.
Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini
Per ulteriori informazioni: egyptindependent.comarchaeology.org

Ciao! Lascia un commento. Grazie