Una lotta per il potere di 6000 anni fa! da realmofhistory.com

Per leggere questo articolo occorrono circa 2 minuti

Fotografato da Philippe Lefranc/AFP/Getty
I ricercatori esaminano resti umani. Fotografia di Philippe Lefranc/AFP/Getty

Lo spargimento di sangue ha avuto un ruolo funesto della storia del genere umano, fin dagli albori delle comunità umane. In realtà, la misura del progresso delle antiche società è spesso giudicata dalla loro capacità di condurre e sostenere le attività di guerra. Ma al di là di analisi oggettiva, la guerra ha giocato la sua parte nei massacri brutali anche nel Neolitico, come è evidente da un vecchio massacro datato 6.000 anni fa le cui tracce sono state rinvenute in Francia. Il sito in questione è stato scoperto in Alsazia, Francia orientale, e secondo gli archeologi dell’INRAP, l’Institut national des recherches archéologiques préventives,  il massacro è stato effettuato da ‘ furiosi guerrieri’ in un crudo rituale.

Le ricerche su questo sanguinoso episodio hanno portato i ricercatori, fino ad oggi, a distinguere i resti di 10 scheletri relativi a soggetti letteralmente ‘scaricati’ all’interno di uno dei 300 silos utilizzati per il deposito di grano e altre colture.

Fotografato da Philippe Lefranc/AFP/Getty
Altro scheletro del macabro rituale. Fotografia di Philippe Lefranc/AFP/Getty

A giudicare dalla varietà dei traumi fisici identificati sui loro corpi, questi neolitici  hanno incontrato una fine piuttosto violenta: lesioni multiple alle gambe, alle mani e ai crani. Inoltre, cinque di questi scheletri appartenevano ad adulti e uno a un adolescente, ma erano brutalmente accompagnati da mani mozzate di altre quattro persone, forse a rappresentare raccapriccianti trofei di guerra.

Philippe Lefranc, archeologo INRAP, ha dichiarato:  “Sono stati brutalmente giustiziati e hanno ricevuto colpi violenti, quasi certamente inferti da un’ascia di pietra”.

Ora, mentre ulteriori test genetici riveleranno informazioni più precise su questo massacro di 6000 anni fa, i ricercatori hanno ipotizzato che l’episodio sanguinoso era una parte di una lotta di potere tra le comunità alsaziane e nuovi arrivati ‘parigini’ che forse ne avevano invaso il territorio. E questi parigini hanno dovuto pagare il loro prezzo di sangue, con gli alsaziani che hanno massacrato una parte del loro gruppo. Tuttavia, dal punto di vista storico, i cd. parigini, in qualità di nuova ‘comunità’, hanno soppiantato la cultura alsaziana già dal volgere 4200 a.C. circa.

 

Per maggiori informazioni, cliccare qui: INRAP e  theguardian.com

Questo articolo è stato pubblicato su Realm of History.

Click here to view the original. © 2016. All rights reserved

 

Fotografato da Philippe Lefranc/AFP/Getty
Un cranio frantumato scoperto rinvenuto nello scavo. Fotografia di Michel Christen / AFP / Getty
Fotografato da Philippe Lefranc/AFP/Getty
Gli scheletri di due uomini con numerose ossa fratturate. Fotografia: Michel Christen / AFP / Getty

Ciao! Lascia un commento. Grazie