CORINTO “ANIMATA” DURANTE IL PERIODO ROMANO

Per leggere questo articolo occorrono circa 2 minuti

L’antica Corinto era una delle più potenti e importanti delle città-stato greche che vantava popolazione di oltre 90.000 abitanti nel corso del V sec. a.C. A guardia dell’istmo che collega la Grecia continentale con il Peloponneso, la posizione strategica della città si è manifestata in tutta la sua storia, con il commercio e le guerre a giocare il loro ruolo cruciale nella vita di Corinto stessa.

Il territorio circostante, con terre fertili e sorgenti naturali, ha attirato anche le mire successive dei Romani, che distrussero l’insediamento originale dopo la loro vittoria sulla Lega achea nel 146 a.C. Giulio Cesare fu poi determinante nella ‘rifondazione’ della Colonia Laus Iulia Corinthiensis intorno al 45 a.C., determinando la sua successiva rinascita economica e culturale come la capitale della Provincia di Acaia.

Considerando tutti questi fattori storici, la straordinaria studiosa Danila Loginov ha realizzato una precisa ricostruzione 3D dell’antica Corinto di II sec. d.C. La ricostruzione contempla tutta la città ma anche Acrocorinto, l’acropoli, insediata già dal periodo arcaico, con la fortezza e i templi. Ecco il video.

In questa ricostruzioni sono visibili molti edifici che gli archeologi hanno portato alla luce e oggi superstiti. Sono edifici romani di I e II sec. d.C., tra cui il grande Foro, il Tempio di Ottavia, le terme, la Bema dove San Paolo  parlava ai Corinzi, l’Asklepeion, una sorta di centro di guarigione, molte fontane, tra cui quella monumentale di Peirene del II sec. d.C., i propilei, il teatro, l’Odeion , il gimnasium e la stoa. Ci sono anche i resti di tre basiliche. Tr i rinvenimenti archeologici presso il sito, molti sono i mosaici, in particolare quello con Dioniso e un numero impressionante di busti di imperatori romani, notevoli esempi di tutti gli stili di ceramica greca, la prima fonte di notorietà della città di Corinto nel mondo antico.

La città di Corinto ha diverse menzioni nel Nuovo Testamento, per lo più connesse alla missione di Paolo Apostolo. Secondo le fonti bibliche, Paolo ha trascorso più di 18 mesi in città, intorno al 51-52 d.C. e ne fu testimone sia la popolazione ebraica che i greci “gentili” della regione, alludendo alla natura cosmopolita vissuta da Corinto soprattutto dopo Cesare che ha alterato la distribuzione dei terreni agricoli in forma di particelle organizzate,  nota come centuriazione .

Animazione-antica-greco-Corinto-roman-period_2
Foto da Padfield.com

Nella superba animazione la Loginov  e il suo staff ha inserito anche l’Acrocorinto,  una roccia monolitica che era l’acropoli di Corinto, uno spazio fortificato che ha svolto il suo ruolo fondamentale di difesa anche nei secoli medievali, quando è stata ampiamente rafforzata dall’Impero Romano d’Oriente, divenendo la sede fortezza dei strategos della Hellas Thema.

 

Tradotto e rielaborato da Daniele Mancini

Origine del Video : Danila Loginov

Articolo Fonti: Ancient Encyclopedia  / The Corinth Computer Project – University of Pennsylvania 

Ciao! Lascia un commento. Grazie