Chieti si racconta. Frammenti di archeologia urbana

Per leggere questo articolo occorrono circa 1 minuti

Nel 2010, grazie ad una convenzione tra Soprintendenza per i Beni archeologici dell’Abruzzo e Comune di Chieti che ha permesso, all’Amministrazione comunale, la gestione del sito archeologico dei Tempietti romani o Area sacra del Pozzo, ho avuto la fortunata possibilità di occuparmi, per conto del Comune, dell’ Infopoint turistico – culturale della città allestito negli ambienti del sito, dotando la città di uno strumento pressoché unico nell’ambito delle antiche città della penisola italiana con continuità di vita dal V millennio a.C. ad oggi.

Lo scopo dell’Infopoint è stato, oltre a quello di rendere il sito fruibile a turisti e visitatori locali sempre “affamati” di conoscenza sui monumenti della propria città, anche di fornire un servizio a coloro che, visitando Chieti, hanno avuto necessità di conoscere notizie sugli altri monumenti, acquisire informazioni sugli itinerari turistici della zona, essere informati sulla ricettività cittadina, mettendosi, quindi, a completa disposizione per offrire un’appropriata ospitalità al movimento turistico cittadino.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, indette dal Ministero dei Beni Culturali, è stata inaugurata la mostra audio visiva Chieti si racconta. Frammenti di archeologia urbana, con una proiezione continua di oltre 100 immagini d’archivio ritraenti i monumenti archeologici di Chieti e gli scavi degli scorsi decenni. La mostra è stata curata da Maria Paola Lupo, Francesco Marchegiano e dal sottoscritto, Daniele Mancini. Il secondo video ha due colonne sonore differenti.

Qui pubblico, per la prima volta, i video di quella mostra.

Buona visione!

 

Daniele Mancini

 

Ciao! Lascia un commento. Grazie